Avvitatori a batteria. Cosa sapere!

 

La scelta dell'avvitatore a batteria fino a non molto tempo fa era una prerogativa quasi esclusiva delle officine meccaniche.

Quali differenze ci sono rispetto a un avvitatore pneumatico?

Un qualsiasi avvitatore pneumatico, come indica la parola stessa, sfrutta l'impiego di aria compressa per avviare il processo di avvitamento/svitamento. Sono presenti in qualsiasi officina meccanica, gommista e carrozzeria.

Da qualche tempo l'avvitatore a percussione a batteria è entrato a far parte dell'equipaggiamento del gommista andando a sostituire, in certe applicazioni, il classico avvitatore pneumatico.

Generalmente gli avvitatori a batteria hanno un motore brushless, senza spazzole, che permette di: allungare la vita del motore stesso e ridurre gli ingombri, consentendo di avere un avvitatore il più compatto possibile.

La differenza più lampante è che l'avvitatore a batteria, rispetto a quello pneumatico, è portatile, utilizzabile ovunque e in qualsiasi situazione!

Vantaggi e svantaggi.

Non esiste l'avvitatore migliore o peggiore, esiste l'avvitatore da scegliere a seconda dell'utilizzo!

L' Avvitatore pneumatico riesce a raggiungere coppie elevate, a parità di caratteristiche (generalmente) è più economico e può risultare più leggero;

avendo molti organi meccanici in movimento non è esente da manutenzione ordinaria (lubrificazione e ingrassaggio) e lo si può utilizzare solo dove si ha un buon impianto di aria compressa.

L'Avvitatore a batteria risulta necessario nel caso si vogliano fare interventi all'esterno dell'officina per esempio soccorsi stradali, non necessita di alcuna manutenzione ordinaria (soprattutto se il motore elettrico è brushless), non necessita di alcun impianto di aria compressa ma solo di pacchi batterie carichi. Generalmente l'avvitatore a batteria può risultare più pesante della controparte pneumatica perchè il peso principale è dato dalle batterie.

Come possiamo analizzare ogni avvitatore ha i suoi pro e i suoi contro, è necessario capire solo quale tipo può soddisfare al meglio le proprie esigenze.

Il tipo di batteria.

Se per la controparte pneumatica è fondamentale avere un flusso d'aria a una pressione costante e priva di umidità, per gli avvitatori a batteria è fondamentale la scelta della batteria.

Le batterie si caratterizzano principalmente per due specifiche: Amperaggio e la tensione della batteria.

L'amperaggio indica la capacità di una batteria, espressa in Ampere per ora, indicato con il simbolo Ah. I parametri solitamente vanno da 1.5 a 5.0 Ah. Per un uso professionale il nostro consiglio è scegliere un amperaggio alto e di avere sempre almeno un pacco batteria di riserva, così da avere sempre l'avvitatore pronto all'uso! Attenzione: più sarà alto l'amperaggio e più risulteranno pesanti i pacchi batterie.

La tensione della batteria indica la forza e la potenza che riesce a far produrre a un avvitatore, è indicata con il simbolo V di voltaggio. I modelli professionali hanno 18V.

Oltre questi due parametri risulta fondamentale anche la scelta del materiale di cui è composta la batteria. Noi consigliamo solo batterie a ioni di litio in quanto non prevedono l'effetto memoria.

L'effetto memoria è quella situazione che può accadere quando non si carica completamente una batteria e viene memorizzata la carica parziale come carica totale, col passare del tempo si scaricherà sempre prima.

La presenza di gadget.

Un Avvitatore a batteria  può vantare certe comodità che quello pneumatico non può avere. Si trattano di piccolezze ma che certe volte possono fare la differenza!

Alcuni avvitatori a batteria possono permettere di illuminare l'area di lavoro attraverso delle piccole luci led, di solito poste alla base o dietro al mandrino.

Oltre a illuminare l'area di lavoro alcuni avvitatori a batteria permettono di regolare la coppia di serraggio in due diverse modalità:

  • Impostandola preventivamente attraverso un pulsante (posto nella culatta dell'avvitatore o alla base della batteria).
  • Andando a imprimere più o meno pressione sul "grilletto" (valido solo per i modelli con grilletto adattivo).

Consigli su cosa acquistare.

Sul nostro sito trattiamo due marchi di avvitatori a batteria: Milwaukee dove riusciamo a soddisfare qualsiasi tipo di richiesta grazie a quattro avvitatori che si distinguono per: attacco 1/2",3/4 o 1"; potenza, ingombro e peso.

E l'ultimo arrivato: KS Tools.

KS Tools propone un ottimo kit iniziale: avvitatore da 1/2", 2 batterie da 18V 4.0 Ah, caricabatterie veloce da 8Ah (in mezz'ora un pacco batterie è carico e pronto all'uso) e cinque bussole rivestite attacco 1/2" da 15mm, 17mm, 19mm, 21mm, 22mm; mantenendo un ottimo rapporto qualità prezzo.

 
Consenso cookie